Festa dell' Uva e delle Cantine aperte

Ultimo weekend di Settembre



Da qualche anno l'ultimo week end di Settembre è diventato un appuntamento che richiama sull' Isola del Giglio moltissimi turisti per celebrare un' iniziativa ideata dalla nostra Associazione Pro Loco, la Festa dell' Uva e delle Cantine Aperte.
In ogni angolo del suggestivo borgo di Giglio Castello sarà possibile degustare le eccellenze enogastronomiche dell'Isola sapientemente preparate dai Gigliesi stessi che per l'occasione, allestiscono le cantine trasformandole in "grotte del gusto".

Potrete degustare i piatti della tradizione culinaria gigliese che vanno dalla zuppa del bracconiere, alla grigliata di carne, al baccalà con le patate, al coniglio selvatico e ai formaggi toscani per chiudere con i dolci tradizionali tra i quali spicca il panficato.


Protagonista della festa è indubbiamente il vino Ansonaco, o Ansonico, come è scritto nelle etichette delle bottiglie in vendita. Un vino con un bel colore ambrato carico, di elevata gradazione (fino ai 15°) e dal corpo robusto con un sapore asciutto e leggermente asprigno.

Il vino dell'isola viene coltivato nei minuscoli terrazzamenti a picco sul mare dell'Isola del Giglio fin dai tempi antichi. Viene prodotto con un 90% di uva autoctona Ansonica cui viene aggiunto un 10% di Biancone, Moscatello, Malvasia e Procanico.


I sistemi di coltivazione sono gli stessi di duemila anni fa e la vinificazione viene effettuata senza aggiunta di stabilizzatori o filtrazioni (in questo vino c'è solo uva!) - in alcune cantine viene addirittura pigiata ancora con i piedi. A conclusione di ogni serata in piazza Gloriosa la tradizionale quadriglia gigliese e tanta musica.